Grande successo al Convegno casertano "La prevenzione sismica nei centri storico della Regione Campania"

Il 05 dicembre 2003 a Caserta presso lo splendido Teatro di Corte della Reggia dalle 10,00 alle 19.00 si è tenuto un evento significatico sul tema della Prevenzione sismica nei centri storico della Regione Campania. Più di settecento i tecnici interventudi da tutta l'Italia. <<Un grende successo per risvegliare la consapevolezza dei diversi attori politici e tecnici per il tema della sicurezza sismica dei centri storici>> dichiara il giovane architetto Mariano Nuzzo, organizzatore del convegno per contro dell'Ordine dei Geologi della Campania, degli Architetti di Caserta e degli Ingegneri di Caserta, con la partecipazione della Presidenza del Consiglio dei Ministri e del Dipartimento di Protezione Civile rappresentato per l'occasione dal Dott. Elvenzio Galanti.
L'architteto Nuzzo sostiene che "è consapevolezza ormai diffusa che il patrimonio storico ed architettonico, in quanto memoria dei valori del passato, debba essere salvaguardato e, per la particolare vulnerabilità che lo caratterizza, necessiti di opere di prevenzione nei confronti dei terremoti". Oggetto del Convegno è la Prevenzione Sismica nei Centri Storici della Regione Campania, e delle emergenze architettoniche in essi contenute. Lo scopo è promuovere un tavolo di concertazione, intorno al quale sarà invitato a sedere, il Servizio Sismico Nazionale, il GNDT, le Università, gli Ordini Professionali, la Regione Campania, i Comuni aventi centri storici in Zona 1, (ai sensi dell'Ordinanza del Presidente del Consiglio dei Ministri n° 3274 del 08.05.2003) ed altri enti operanti nel settore dell'ingegneria sismica, per avere un quadro completo delle professionalità coinvolte e dei ruoli che ciascuno può avere nella gestione della prevenzione sismica.
L'incontro è stato utile a prednere in esame le diverse metodologie di intervento antisismico sui centri storici, evidenziandone le più recenti e mettendo a confronto i modi e le tecniche d'intervento di mitigazione del rischio sismico, attuati nel passato, con quelli più recenti, e di creare un momento di fusione tra le pratiche prettamente ingegneristiche, con le soluzioni tecnologico-architettoniche studiate al dettaglio nel rispetto dei valori storici, architettonici e tipologici a cui è legato il centro storico.
"La prima pietra è stata posata" dichiara il presidente dei Geologi Franco Russo. Secondo il Presidente degli Architetti Enzo Martone "questo l'incontro darà vita ad una successione di seminari annuali di approfondimento da condividere con gli altri ordini". Pierfranco Battista, Presidente degli Ingnegneri auspica una "presa di coscienza degli enti preposti per dare vita a studi specifici in ambito comunale da mettere a sistema si scala regionale".

Links associati: cnr.it/it/evento/106 |