I commenti alla Mostra Personale Iris De Pascale

      Alla Pinacoteca Il Cuneo l'Arte rinasce

Sabato 22 maggio duemila21, una serata da incorniciare quella trascorsa alla Pinacoteca "Il Cuneo". Un vero successo di pubblico e di critica  l'inaugurazione della  Mostra Personale dell'Artista Antonella Iris De Pascale.

Questi i commenti raccolti all’inaugurazione della Mostra

Servizio di Mimmo Campagnuolo

Angelo De Lucia: “Bellissima mostra al Centro d'Arte “Il Cuneo”: un'apertura della stagione espositiva con una personale della pittrice Antonella Iris De Pascale, presentata dal Critico d’Arte Prof. Rosario Pinto. Le sue bellissime opere, ricche di figure femminili che viaggiano attraversando diversi paesi, ognuna con le sue caratteristiche, i suoi segreti e colori, forti e vivaci, attirano lo sguardo di chiunque. Una mostra d'arte da vivere. Complimenti al conduttore Mimmo Campagnuolo per l'introduzione fatta senza dilungarsi, con poche parole ma molto significative cogliendo subito il punto della serata. È riuscito ad incarnare la voglia di uscire, crescere e partecipare con interesse a manifestazioni culturali di spessore.

Carla Ferrucci:La pittrice Antonella Iris De Pascale è stata per me una piacevole scoperta, per la sua arte e per la sua sensibilità.  Quando non si conosce il percorso di un’artista l’approccio alle sue opere è empatico, emozionale. Posso solo descrivere ciò che mi hanno trasmesso i suoi bei dipinti, le sue “Trasformazioni in viaggio”. Che le opere siano state dipinte da una donna lo si capirebbe subito, anche senza avere alcuna notizia della loro origine, per il segno, per l’uso raffinatissimo della tecnica mista e per i soggetti che rappresentano. C’è tutta la sensibilità di una donna che osserva in viaggio soprattutto le altre donne, con complicità e immedesimazione.    Che l’artista sia una viaggiatrice sensibile e attenta l’ho compreso dai suoi dipinti e dalle sue parole, una viaggiatrice che coglie emozioni ed impressioni per poi interiorizzarle e liberarle con la sua creatività.    

 Francesco e Nadia Sgambato: L' Arte e la Cultura, ammirate e respirate in Santa Maria a Vico presso la Pinacoteca “Il Cuneo", in un piacevole pomeriggio di primavera inoltrata, hanno esaltato il concetto di bellezza necessario, a mio avviso, per superare momenti bui e fornire strumenti per una ritrovata condivisione.  Grazie al Prof. Pietro Nuzzo e all’Artista Antonella Iris De Pascale nonché all’animatore della serata, Mimmo Campagnuolo, protagonista con quest’ultima di un ballo emozionante e benaugurante!

Clelia Crisci: “Una personale bellissima! l’esperienza proposta è un viaggio sia fisico nei luoghi rappresentati, sia trascendentale con il susseguirsi di concatenate suggestioni. Nuove le soluzioni espressive che svelano lo spirito d’inventiva e la frizzante vitalità della brillante Artista. Con questa mostra si ha la consapevolezza che l’arte è donna e che certi stereotipi sociali sono ormai appannaggio del passato.

Alessandro Narducci: “Un pomeriggio di altissima cultura alla Pinacoteca "Il Cuneo", un luogo pieno di sorprese, nell'antico caseggiato di Santa Maria ad Novas. L'Artista De Pascale ci ha fatti entrare nella Sua vita, con un applicato insieme di arti visive, come magistralmente spiegatoci dal Prof. Pinto. Il tutto presentato dal Direttore Mimì Campagnuolo, abilmente mossosi tra l'arte e il giornalismo”.