S. Maria a Vico ospita un grande artista

Luca Dall’Olio: dalla Biennale di Venezia alla Pinacoteca “Il Cuneo”

Servizio a cura di Mimmo Campagnuolo

Dopo la forzata pausa dovuta alla ben nota e preoccupante pandemia che ha minato letteralmente la nostra quotidianità, ecco che l’Arte ritorna a primeggiare, in modo egregio, nella vita culturale della cittadina. E ciò grazie alla dinamicità di Pietro Nuzzo, Direttore della Pinacoteca “Il Cuneo”, sulla quale si accendono le luci dei riflettori con l’importante Mostra personale di un grande artista, il Maestro Luca Dall’Olio. L’evento è patrocinato dall’Amministrazione Comunale di S. Maria a Vico, diretta dal Sindaco Andrea Pirozzi   e dall’Assessorato alla Cultura, Michele Nuzzo. Casualmente, a fine maggio, ho avuto modo di conoscere il pittore Dall’Olio, durante una sua visita alla Pinacoteca. Lo stesso, che ha dimostrato subito di possedere una carica di simpatia davvero particolare, è coinvolto nel sociale con progetti e laboratori di Arteterapia; ultima sua collaborazione è quella con i ragazzi della Cooperativa Sociale Zefiro. Un progetto che sfocia nella mostra collettiva “Dare forma ai Sogni”. Ma adesso, diamo doverosamente spazio al Direttore Pietro Nuzzo: La Pinacoteca “Il Cuneo”, con questa mostra del maestro Luca Dall’Olio, si arricchisce di un altro gioiello dell’Arte Contemporanea che si aggiunge ai tanti a livello nazionale e internazionale, ospiti qui a S. Maria a Vico fin dal lontano 1985. Non è stato facile raccogliere tante opere di artisti prestigiosi e di aver goduto dell’onore della loro presenza nella nostra comunità a iniziare da Remo Brindisi, Novella Parigini, Mario Schifano e tantissimi altri che si sono avvicendati nel corso di 35 anni di attività culturali. Il maestro Dall’Olio, allievo di Aldo Turchiaro all’Accademia di Brera, a Milano, ha accettato il nostro invito e sarà nostro ospite con una sua Mostra Personale, dopo i numerosi successi in tutto il mondo e il suo splendido curriculum, che lo ha visto presente, tra l’altro, alla 12° edizione della Quadriennale di Roma e alla 54° esposizione della Biennale di Venezia. I suoi paesaggi surreali, in un’atmosfera spesso fumosa e fantastica, richiamano in alcuni dipinti i segni distintivi della nostra realtà paesaggistica, ricca di storia antica e di reperti archeologici di epoca romana e greca di cui anche S. Maria a Vico è ben dotata: colonne romane, templi antichi, paesaggi incantati che si fondono molto bene con una linfa creativa utopica che solo un artista come lui avrebbe potuto raccontare e dipingere. Per questi continui richiami alla nostra realtà oggettiva, talvolta anche degradata, come quella da lui citata in un dipinto, riguardante la “terra dei fuochi”, lo fanno inserire magnificamente nell’antica “Campania felix” leggendo dentro di noi e fare emergere quanto ci contraddistingue nel corso di secoli. Auguriamo al Maestro un’ottima permanenza nel nostro territorio e porgiamo i più sentiti ringraziamenti per aver accettato il nostro invito”.

Il pittore Dall’Olio, che sarà presentato dal Critico d’Arte Rosario Pinto,  firmerà con dedica tutti i cataloghi della Mostra a chi lo richiederà. Dal consueto elegante invito apprendiamo che la cerimonia d’inaugurazione, con drink e catalogo, si svolgerà all’aperto, sabato 26 luglio 2021, ore 18,30, nella corte attigua alla sala di esposizione delle opere, secondo le vigenti norme anti-COVID.  L’esposizione delle opere è in Via Appia Antica, 93 di S. Maria a Vico, dal 26 giugno al 5 luglio 2021, con orario di visite dalle 18,00 alle 20,30 di tutti i giorni, mentre la domenica dalle ore 9,30 alle 12,30.